Fondata nel settembre 1992, dopo una tournée in Sardegna con “il Malato Immaginario” di Molière. Si trattava all’inizio di un gruppo di ex studenti dell’Istituto d’Arte di Firenze e del loro docente, che avevano partecipato ad un progetto teatrale scolastico di messa in scena de “I Giganti della Montagna” di Luigi Pirandello e realizzando un’operazione di scambio culturale con l’Istituto Statale di Cultura di Mosca. 

Negli anni successivi la nostra associazione ha curato, per il Quartiere 4 di Firenze, delle rassegne teatrali estive, presso la Casa del Popolo  “25 Aprile”. 

Dal 1997 l’associazione “Lo Stanzone delle Apparizioni” si occupa della direzione artistica del teatro Comunale  Vittorio Alfieri di Castelnuovo Berardenga (SI). Questo ci ha permesso di collaborare con Fondazione Toscana Spettacolo alla creazione di stagioni teatrali di livello nazionale e, allo stesso tempo, di partecipare attivamente alla messa in scena di spettacoli popolari e di interagire con le istituzioni scolastiche e non solo, del territorio chiantigiano.

leggi la presentazione intera

Attori stabili della compagnia

Matteo Marsan

Matteo Marsan

Nel 1990 entra a far parte dell’Associazione Teatrale “ Lo Stanzone delle Apparizioni” della quale tutt’oggi è direttore artistico. Nel corso degli anni interpreta e dirige con la compagnia numerosi spettacoli tra i quali “Il malato immaginario” di Molière;  “La cauteraria”, commedia umanistica del ‘400 di A. Barzizza; “Il drago” di E. Schwarz, “Macbeth”. Nel 1998 per il premio di poesia Pandolfo dà pubblica lettura delle liriche di A. Zanzotto  tratte dalla raccolta “Ligonàs”  e cura la pubblicazione della raccolta stessa. Dal 2001 al 2005 viene scritturato  come attore per il Teatro di Rifredi di Firenze–Compagnia Pupi e Fresedde–  per gli spettacoli “Calandrino: ad Oriente del Decamerone” e “Il Riciclone” regia di Angelo Savelli . Dal 1999-2018 partecipa come autore, regista e scenografo al Bruscello Storico di Castelnuovo Berardenga. Nel luglio 2014 insieme al regista Ulrich Waller (St. Pauli Theatre di Amburgo) e alla regista Dania Hohmann realizza lo spettacolo “Albicocche Rosse”. Progetto italo tedesco realizzato in occasione del 70° anniversario dell’eccidio del “Palazzaccio”. Lo spettacolo teatrale ha visto insieme sul palco : Daniela Morozzi, Bebo Storti, David Riondino, Massimo Poggio, Peter Jordan, George Meyer-Goll, Adriana Altaras .Nel maggio 2016 con lo spettacolo italo-tedesco “Amara terra mia” debutta come regista al Festival internazionale di Recklinghausen (Germania), nell’estate 2017 sempre con il regista Ulrich Waller (St. Pauli Theatre di Amburgo) e alla regista Dania Hohmann realizza lo spettacolo “La Grande gelata”.

Nel luglio 2016 realizza in veste di regista insieme a Daniela Morozzi, “Sogno di una notte di mezza estate” nel parco di Villa Chigi Saracini a Castelnuovo B.ga. nel 2017 presso il Teatro Alfieri realizza “La bisbetica domata” e nel 2018 conclude la trilogia shakespeariana realizzando la commedia “Molto rumore per nulla” nel giardino di Villa Arceno (Castelnuovo B.ga) . Attualmente dirige il Teatro Comunale Alfieri di Castelnuovo Berardenga (dal 1996) , il Chianti Festival (dal 2009) e il Festival “Libri per volare”(dal 2018)  per il Comune di Monteriggioni.

Daniela Morozzi

Daniela Morozzi

scoperta per il cinema da Paolo Virzì con cui gira Ovosodo e Baci e Abbracci, per dieci anni è stata la protagonista di una delle Fiction più apprezzate da pubblico e critica Distretto di Polizia, nel ruolo di Vittoria Guerra e “Il Commissario Manara“ per citarne solo alcune, partecipa a Film e Fiction diretta da molti registi come Margarethe Von Trotta, Antonello Grimaldi, Roan Johnson, Davide Marengo, Monica Vullo, Paolo Bianchini, Renato De Maria, Tiziana Aristarco, Gianluca Greco, solo per citarne alcuni. Dopo una lunga esperienza nella Lega Italiana Improvvisazione Teatrale, approda la teatro di prosa in spettacoli teatrali con tournèe teatrali in tutta Italia e all’estero.
Negli ultimi due anni collabora in pianta stabile con il Teatro Saint Pauli di Amburgo. E’ stata diretta da Augusto e Toni Fornari, Emanuele Barresi, Ulrich Wahler, Dania Hohmann, Matteo Marsan, Eugenio Allegri, Nicola Pistoia, Riccardo Sottili e altri. Ideatrice e regista di molti spettacoli, sviluppa una sua particolare idea di reading-musicale in alcuni concerti spettacolo con grandi musicisti,: Stefano Cocco Cantini, Ares Tavolazzi, Francesco Maccianti, Piero Borri, Alda dalle Lucche, Susanna Berticcioli.. Insegna teatro e improvvisazione teatrale con seminari e corsi sul territorio nazionale. Collabora con autori come Valerio Nardoni, Leonardo Ciardi, Fabrizio dall’Aglio, Sergio Pierattini, Augusto Fornari e Toni Fornari. Da tre anni gira in convegni, scuole e corsi di formazione insieme alla D.ssa Irene Biemmi con una conferenza spettacolo sull’abbattimento degli stereotipi di genere partendo dalla scuola e dai testi scolastici. Vince numerosi Premi tra cui il Premio Charlot, il Premio Ernesto Calindri, Il Premio Sorelle Grammatica , il Premio Fiumicino Contro tutte le mafie. Attiva nel settore sociale si occupa di problemi legati al mondo femminile, all‘immigrazione e alla legalità diventando spesso Testimonial di grandi Campagne di solidarietà.
Stefano Santomauro

Stefano Santomauro

 Attore livornese. Allievo di Paolo Migone, con il quale collabora per diversi anni, Stefano si destreggia nel Teatro e nella Tv. In Tv è nel cast di LoveSnack2 su Italia1, Rai4 per un nuovo format comico dal titolo Challenge 4, Rai1 per Romanzo Famigliare con la regia di Francesca Archibugi e Canale Arte con un film documentario di produzione italo tedesca per la regia di Ulrich Waller. Nel 2017 vince il Kilowatt Festival l’Italia dei Visionari Sezione di Como. Nel 2018 inizia la collaborazione con l’autore Francesco Niccolini ed insieme scrivono i due spettacoli Like e Fake Club visti, nell’ultima stagione teatrale, da oltre 10.000 spettatori in tutta Italia aggiudicandosi il prestigioso Drama Comic Award 2019.